“sweetdreams are made of this” così cantavano gli Eurythmics nel lontano 1983. Riponiamo ora le spalline imbottite, gli scalda muscoli e i fuseaux fluo e torniamo al presente.

Comprare casa è ancora un dolce sogno all’alba del 2017 o rischiamo di risvegliarci accanto a Marilyn Manson? Crisi economica e una legislazione più rigida e labirintica negli ultimi anni hanno reso l’acquisto di un’immobile un’esperienza meno piacevole piuttosto che in passato. C’è un modo per districarsi più facilmente in questa selva oscura? certo, affidandosi ad una guida: un professionista del settore.

Perché preoccuparsi di determinati problemi quando c’è una persona in grado di tutelarmi, aiutarmi seguendomi fino al rogito? in questo articolo proveremo ad analizzare gli errori più comuni che si commettono comprando casa attraverso le seguenti frasi da bar.

“massì… devo pagare giusto il notaio”

Tanti non sanno che al prezzo bisogna aggiungere circa un 10% per le spese come l’iva (casa nuova) o l’imposta di registro (casa di seconda mano). Senza dimenticare l’eventuale caparra, che, sebbene si recuperi, è pur sempre un bell’esborso che può bloccare del capitale non sempre a buon fine.

“spendo 100 oggi ma domani la casa varrà 150”

Negli ultimi anni – vedasi crisi del mercato immobiliare americano che ha causato un effetto domino globale ci hanno insegnato che le case non aumentano sempre di valore, ma sembra che non tutti lo vogliano capire fino in fondo. Compra pensando in funzione di cosa ti occorre, non del suo valore futuro.

“ma costa troppo… figurati se scende di prezzo”

Molti acquirenti scartano alcuni immobili perché pensano di non poter trattare o comunque perché superiori al loro budget. Contrattare è la scelta più giusta, tenendo conto di quello che si può effettivamente spendere. Chi ci dice che il proprietario non accetti 10,20,30 mila euro in meno? tentar non nuoce.

“mi sono innamorato della casa”

A volte comprare casa è una decisione più emotiva che razionale e l’acquisto risulta poi sbagliato. Bisogna sempre cercare di valutare i pro e i contro prima di fare una proposta. Il propertyfinder è proprio lì per questo. Prendetevi tempo e riflettete.

“non mi piace il colore delle pareti”

Una cosa molto difficile è riuscire a immaginare come nostra la casa di qualcun’altro, soprattutto quando visitiamo un’immobile disordinato, sporco, vecchio che sembra uscito da un episodio di extreme makeover home edition.  A volte l’occhio di un esperto può aiutarci a vedere le potenzialità di immobile che altrimenti non noteremmo distratti da scelte di arredo che non condividiamo.

“non mi sposerò mai”

Comprar casa è una decisione che avrà ricadute per i prossimi trenta anni, un lasso di tempo in cui può succedere di tutto: nascite e morti, matrimoni e divorzi, opportunità di lavoro altrove. Bisogna valutare il miglior acquisto possibile a parità di budget e futuri desideri, così da non doversi trovare dopo qualche anno a vendere e comprare altrove. Non sei sicuro? affitta.